25.04.2017   KNX protocollo di communicazione leader nel mercato europeo e cinese delle smart homes / piccoli edifici commerciali


BSRIA è lieta di presentare i risultati dell'ultima ricerca Smart Homes / Light Commercial market study prodotta in Gennaio 2017. Lo studio, che consiste in singoli report sui mercati in Cina, Francia, Germania, Paesi Bassi, Nord America e Regno Unito, prevede una crescita globale del 20 percento del mercato delle Smart Home e Piccoli edifici commerciali nel 2017, con la crescita maggiore nel Regno Unito ove si prevede un aumento del 29 percento. Lo studio segmenta il mercato tra prodotti stand-alone e prodotti integrati per la casa e analizza anche il valore aggiunto fornito dall'integrazione di sistema, dei servizi e della manutenzione.

Il valore totale del mercato globale è stimato essere 15.8 miliardi di dollari nel 2017; il mercato USA rimane il più grande mercato singolarmente stimato al 29 percento sul valore totale. Nonostante la maturità del mercato USA, la crescita prevista è in linea con la crescita globale stimata al 20 percento, mentre i prodotti stand-alone mostrano una crescita maggiore stimata al 27 percento.

Lo studio prevede anche una rapida crescita nelle vendite sia sui prodotti che sull'integrazione sistemistica, ma essendo ancora un mercato emergente le vendite relative ai servizi e alla manutenzione restano ancora basse.

I report mostrano che il settore di mercato più grande sono le ville di lusso che occupano il 25 percento del valore totale; il secondo e terzo segmenti di mercato più importanti sono costituiti rispettivamente dagli uffici e hotel, assieme rappresentano il 23 percento del mercato .

I report forniscono una previsione fino al 2021 ove ci si attende un mercato globale del valore di 29.8 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda il tema dei protocolli di comunicazione, laddove nel Nord America predominano ancora i protocolli proprietari, lo studio mostra una significativa crescita della penetrazione di KNX in Europa e Cina. La tipica soluzione KNX cablata resta tradizionalmente dedicata e limitata ai nuovi edifici e nuove installazioni; il lancio di KNX RF (wireless) nel 2010 ha permesso di guadagnare un significativa quota di mercato, posizionandosi al terzo posto dietro i protocolli di comunicazione proprietari e il Wi-Fi, ma con il vantaggio che può essere integrata con tutti gli altri prodotti KNX cablati.

In Germania l'intero mercato delle soluzioni per l'automazione delle case è ampiamente dominato da KNX (con una quota del 56 percento), dato che fu sviluppato e auspicato maggiormente dai principali costruttori di prodotti per la smart home tedeschi ed europei. Mentre i protocolli proprietari mantengono ancora una discreta quota, nessuno degli altri protocolli ha ancora guadagnato una massa critica.

L'intero mercato delle soluzioni per l'automazione delle case nel Regno Unito non è dominato da un solo protocollo di comunicazione. Tutti i protocolli hanno i loro punti di forza e debolezza e molte installazioni incorporano più di un protocollo assieme. Lo studio BSRIA riporta una quota del 27 percento per il protocollo KNX rispetto l'intero mercato dei sistemi smart home nel Regno Unito.

KNX rimane il protocollo non proprietario più conosciuto in Francia con il 32 percento di mercato. E' un protocollo di comunicazione ormai ben consolidato, ma occorre evidenziare che anche i protocolli proprietari sono molto diffusi in Franca. I protocolli proprietari possono avere il vantaggio di non avere costi addizionali sui dispositivi e offrire la maggior libertà possibile ai costruttori; tuttavia, complicano notevolmente l'integrazione con altri sistemi. L'industria non ha ancora trovato un consenso unanime su uno standard aperto e la mancanza di una convergenza rimane una sfida aperta e un limite allo sviluppo del mercato. Dal momento che EDF, il fornitore leader di energia elettrica in Francia, ha preso la decisione di offrire tra le altre la possibilità di trasportare i dati di lettura tramite una interfaccia KNX nel suoi Linky smart meters, ci si attende un aumento dell'importanza di KNX nel mercato francese.

I protocolli proprietari (15 percento) son ben presenti nei Paesi Bassi, ma KNX è riuscito ad espandere la sua quota di mercato al 34 percento sulla totalità dei sistemi dedicati alla smart home, diventando il principale standard per il controllo di case ed edifici nei Paesi Bassi.

I sistemi cablati rappresentano la stragrande maggioranza del mercato globale in Cina per i sistemi intelligenti dedicati alla casa. Sul totale del mercato dello smart home, circa il 38 percento usa protocolli proprietari e circa il 42 percento è stato realizzato con sistemi KNX. Il protocollo KNX costituisce lo "Standard Europeo per le installazioni smart home" in Cina, il quale costituisce ad oggi l'unico standard approvato nel 2013 dalla normative cinese (GB/T20965) per il controllo di case ed edifici. In Cina, vengono usati un grande numero di protocolli specie in prodotti wireless, tuttavia la maggior parte di questi si trovano in piccoli dispositivi o sottosistemi stand-alone, incluso il Wi-FI.

Gli svantaggi della tecnologia Wi-Fi sono, tuttavia, che consuma più energia e i dispositivi che usano il Wi-Fi possono rallentare la connettività internet in casa.

Social share