Zur Startseite

Interoperabilità

Introduzione

L’interoperabilità è la maggiore risorsa della tecnologia KNX ed è definita come: 

“La situazione nella quale i prodotti che inviano e ricevono i messaggi possono comprendere correttamente i segnali ed elaborarli senza apparecchiature aggiuntive” 

Per trarre pieno vantaggio dall’impiego di un sistema di controllo per le case e gli edifici, è indispensabile che i prodotti di differenti costruttori ("interoperabilità multi-marca ") ed i prodotti di differenti campi applicativi ("interoperabilità intra-disciplinare ") possano lavorare insieme.

KNX interoperabilità: Come?

Tutto è possibile oggi con i prodotti certificati KNX, grazie alle stringenti regole di interoperabilità KNX per i prodotti certificati KNX:

  • Prima di tutto, i prodotti che sono etichettati con il marchio KNX , sono obbligati a “parlare e comprendere” il linguaggio KNX, ovvero devono interpretare correttamente i segnali analogici sul mezzo al quale sono collegati e i bit ed i byte come previsto nelle specifiche di sistema KNX;
  • Secondariamente, tutti i prodotti certificati KNX sono configurabili con un singolo strumento di ingegnerizzazione (ETS™) indipendente dal singolo costruttore o, perlomeno, le risorse di rete utilizzate dai dispositivi possono essere rilevate da questo strumento software;
  • E infine, ma non meno importante, la realizzazione di una specifica funzione – ad esempio l’invio di una temperatura durante il normale funzionamento – può essere codificata soltanto in accordo alle specifiche di interoperabilità KNX. Per un gruppo di funzioni (comando, dimmerizzazione, controllo tapparelle, valori interi e a virgola mobile, percentuali, data/ora, modalità HVAC, controllo scenari, ...), KNX ha standardizzato un insieme completo di data types  .

 

Vantaggi dell’Interoperabilità KNX

L’approccio descritto sopra ha contribuito in larga misura al successo che KNX sta conoscendo oggi. Senza rispettare il vincolo di interoperabilità, sarebbe stato impossibile:

devices small
  • Offrire ai proprietari degli edifici una libera scelta tra i prodotti di un gran numero di costruttori KNX; 
  • Permettere agli installatori KNX l’impiego di un unico strumento di progettazione e configurazione come ETS; 
  • Formare diverse migliaia di installatori KNX secondo uno schema uniforme in tutto il mondo;
  • Mettere in condizione i costruttori di sviluppare prodotti di nicchia che, grazie alla loro interoperabilità con il resto del sistema, portano a delle funzionalità complessive che un singolo costruttore non sarebbe mai stato in grado di offrire da solo nel suo portafoglio prodotti;
  • Generare un mercato OEM tra costruttori KNX;
  • Facilitare lo sviluppo di interfacce tra KNX ed altri sistemi (come DALI e BACnet).