Zur Startseite

Principali Vantaggi

La tecnologia KNX è il risultato dell’integrazione in un unico bus standard delle conoscenze e dell’esperienza acquisita negli ultimi 20 anni dalle tecnologie precedenti a quella KNX, quali ad esempio European Installation Bus (EIB), la European Home System (EHS) e BatiBUS. 

1. Standard internazionale ed a prova di futuro

  • ISO/IEC  Ha riconosciuto la tecnologia KNX come standard internazionale ISO/IEC 14543-3 nell’anno 2006.
  • CENELEC Il comitato tecnico europeo CENELEC ha approvato la tecnologia KNX come standard internazionale registrato secondo la norma europea: EN 50090 nell’anno 2003.
  • CEN  L’ente europeo di normazione CEN ha riconosciuto legalmente lo standard KNX come norma europea EN 13321-1 (totale referenza alla norma EN 50090) e EN1332-2 (KNXnet/IP) nell’anno 2006.
  • SAC   Ha riconosciuto la tecnologia KNX come standard cinese GB/T 20965 nell’anno 2007.
  • ANSI/ASHRAE Ha riconosciuto la tecnologia KNX come standard US ANSI/ASHRAE 135 nell’anno 2005.

Ne consegue che KNX è lo STANDARD Mondiale per il controllo delle abitazioni e degli edifici.

2. Attraverso la certificazione, KNX garantisce l’interoperabilità e l’interazione dei prodotti

Il processo di certificazione KNX assicura che diversi prodotti di diversi costruttori utilizzati in diverse applicazioni operino e comunichino vicendevolmente. Ciò assicura un alto grado di flessibilità nell’ampliamento e nelle modifiche dell’impianto. La conformità dei prodotti viene testata in modo neutrale in laboratori terzi.

KNX è l’unico standard per il controllo delle abitazioni e degli edifici che offre, a livello mondiale, programmi di certificazione per i prodotti, per i centri di formazione (pubblici e privati) e persino per il personale (installatori elettrici e progettisti di edifici).

3. KNX significa prodotti di qualità

 L’associazione KNX esige un alto livello di controllo sui prodotti e sulla qualità durante tutta la durata della vita dei prodotti. Per questo motivo, tutti i costruttori di prodotti affiliati dell’associazione KNX devono dimostrare la loro conformità allo standard ISO 9001 prima di poter presentare la domanda di certificazione KNX.  

Oltre alla conformitá dei costruttori alla norma ISO 9001, i prodotti devono essere anche a norma secondo gli standard europei ed internazionali per i sistemi elettronici per la Casa e gli Edifici. In caso di dubbio, l’associazione KNX può richiedere di ritestare i prodotti già certificati o può richiedere ai produttori i test report sulla base dei quali ogni singolo prodotto ha ottenuto il certificato di conformità.

4. Un unico strumento indipendente dai costruttori Engineering Tool Software ETS®

Lo strumento software ETS per PC permette la pianificazione, la progettazione, e la messa in funzione di tutti i prodotti certificati KNX . Lo strumento è inoltre indipendente dal costruttore: l’integratore di sistema è in grado di mettere insieme i prodotti di differenti costruttori in un’unica installazione.

5. KNX può essere utilizzato per applicazioni di controllo delle abitazioni e dell’edificio

KNX può essere utilizzato in tutte le possibili applicazioni e funzioni per il controllo delle abitazioni e degli edifici: dall’illuminazione al controllo delle serrande; alla sicurezza; al monitoraggio del riscaldamento, dell’aerazione e dell’aria condizionata; al controllo idrico e degli allarmi; alla gestione energetica; alla gestione di contatori di energia elettrica ed elettrodomestici, di impianti audio ecc... 

KNX migliora il comfort e la sicurezza e contribuisce fortemente al risparmio energetico (sino al 50% per il controllo dell’illuminazione e del riscaldamento) ed all’impatto sull’ambiente. 

6. KNX è adatto a diversi tipi di edificio

KNX può essere utilizzato sia negli edifici nuovi sia in quelli preesistenti. Le installazioni KNX possono essere facilmente ampliate ed adattate secondo le nuove esigenze, in poco tempo e con investimenti finanziari minimi  (es: quando subentrano nuovi inquilini in un edificio commerciale). 

KNX può essere installato sia in piccole abitazioni di uso familiare sia in grossi edifici (uffici, alberghi, centri conferenza, ospedali, scuole, grandi magazzini, aeroporti...).

7. KNX supporta diversi tipi di configurazione

KNX offre diverse modalità di configurazione per la realizzazione di progetti KNX, suddivise in livelli di difficoltà. La  modalità di configurazione E-Mode (easy mode) si utilizza per semplici installazioni ed è adatta per gli installatori elettrici con competenze di base su KNX. La modalità S-Mode (System Mode) è adatta per gli installatori elettrici e gli integratori di sistema, i quali hanno conseguito una formazione per l’utilizzo dello strumento ETS e che sono in grado di realizzare installazioni complesse. Le differenti modalità di configurazione sono:

  • Configurazione semplice  (E-mode): La configurazione si attua senza l’aiuto di un PC ma usufruendo di un controllore centrale, di dip-switch rotativi o mediante pulsanti. I prodotti compatibili per la modalità di installazione E-mode permettono normalmente delle funzioni limitate e sono stati riservati ad installazioni di media grandezza.
  • Configurazione di sistema (S-mode): La progettazione, l’installazione e la configurazione avviene mediante un PC su cui è installato ETS Software, mentre i dati di prodotto del costruttore sono contenuti nel database ETS. La modalità S-mode è riservata agli installatori elettrici ed integratori di sistema certificati KNX ed è applicata in grosse e complesse installazioni.

8. Lo standard KNX supporta diversi tipi di rete

Ciascun mezzo di trasmissione può essere utilizzato in combinazione con una o più modalità di configurazione, permettendo a ciascun costruttore di scegliere la combinazione più adeguata al segmento di mercato a cui essa è indirizzata ed all’applicazione.

  • Doppino intrecciato (KNX TP): Lo standard KNX è trasmesso mediante un cavo bus separato, gerarchicamente strutturato in linee ed aree.
  • Onde Convogliate (KNX PL): Lo standard KNX viene trasmesso sulla rete elettrica esistente.
  • Radiofrequenza (KNX RF): Lo standard KNX viene trasmesso attraverso il segnale radio. I dispositivi possono essere uni- o bidirezionali.
  • IP/Ethernet (KNX IP): Questo mezzo di comunicazione molto diffuso può essere utilizzato in unione con la specifica ‘KNXnet/IP’, che permette l’incanalamento o il routing di telegrammi KNX incapsulati in IP.

9. KNX può essere accoppiato con altri sistemi

Molti costruttori di prodotti KNX offrono gateway con altre reti, per esempio con altri sistemi d’automazione dell’edificio, reti telefoniche, reti multimedia, reti IP, etc. Il sistema KNX può essere mappato per gli oggetti BACnet (come previsto dallo standard internazionale ISO16484-5) oppure offre la possibilità d’interfacciamento con la tecnologia DALI.

10. KNX è indipendente da qualsiasi tipo di tecnologia hardware e software

Lo standard KNX può essere applicato su ogni tipo di microprocessore. Per un facile ingresso sul mercato i costruttori di prodotti KNX si possono rivolgere a fornitori di componenti di sistema KNX. Per ogni membro KNX, lo sviluppo di un prodotto non è soggetto a tasse di licenza aggiuntive .